In Vacanza...visita I Ponti di Firenze!

Il turista in vacanza a Firenze non può certo non visitare una delle sue attrattive maggiori...I ponti sotto i quali scorre il fiume toscano per eccellenza, l'Arno!

Ponte Vecchio

Ponte Vecchio a FirenzeMeta indiscussa per tutti i turisti che vengono in vacanza a Firenze, Ponte Vecchio è uno dei simboli della città. Con i suoi negozi e le sue caratteristiche botteghe orafe, fu l'unico ponte e resistere alla demolizione tedesca degli anni quaranta.
Oggi i turisti possono godere di uno straordinario panorama e passeggiare tra le vetrine delle più note gioiellerie fiorentine.

Ponte di San Niccolò

Per coloro che visitano il ponte sarà interessante sapere che la prima costruzione, avvenuta tra il 1836 e il 1837, fu intitolata a San Fernando. Venne ricostruito poi, con l'attuale nome, nel 1949 su progetto dell'architetto Moranti.

Ponte alla Grazie

Si tratta del terzo ponte in muratura realizzato a firenze nel 1237, nel punto più ampio del fiume Arno. Riuscì a superare la violenta alluvione del 1333, anche se molti degli edifici che vi erano presenti vennero smantellati intorno al 1876, per consentire il passaggio del tram. Con la venuta dei tedeschi, nel 1944, il ponte fu totalmente distrutto, per poi essere riprogettato e definitivamente concluso nel 1957.

Ponte Santa Trinità

Prende il nome dalla Chiesa della Santa Trinità e nel corso degli anni ha subito diversi rifacimenti soprattutto a causa delle alluvioni. Durante la guerra fu distrutto a causa della ritirata tedesca del 1944 e ricostruito tra il 1955 e il 1958 su progetto dell'ingegner Brizzi. La statua della primavera, che il turista troverà sul ponte, venne recuperata nel 1961 dai fondali del fiume Arno.

Ponte alla Carraia

La prima costruzione del ponte fu in legno, ma in seguito venne rafforzato con piloni in pietra. Distrutto più volte a causa delle alluvioni, Cosimo I, nel 1555, decise di allargarlo e rinforzarlo. Il ponte però non resistette alla ritirata tedesca e nel 1948 venne ricostruito nuovamente dall'architetto Fagioli e soprannominato "Ponte Gobbo".

Ponte alla Vittoria

Si tratta di un ponte costruito nel 1836 per volere del granduca Leopoldo II. Fu sostituito da un ponte in muratura distrutto dai tedeschi durante la ritirata , ricostruito nelle forme attuali e con il nuovo nome nel 1946.