Le Chiese di Firenze, il turista tra arte e religione...

Un viaggio per tutti i turisti nei luoghi di culto fiorentini, per riscoprire le religioni, l'arte e le personalità che si sono susseguite a Firenze nel corso dei secoli...

Il Battistero

Si tratta di uno dei più antichi edifici di Firenze, nel quale oltre a Dante furono battezzati una serie di fiorentini illustri. L'esterno risale circa al XI secolo e rispecchia perfettamente lo stile romanico fiorentino. Le tre porte bronzee sono l'attrativa maggiore, su di esse è stata raffigurata la storia dell'Umanità e della sua Redenzione. La porta nord e la porta est sono opera del Ghiberti che, per l'impressionante lavoro fatto Michelangelo, soprannominò una delle porte Porta del Paradiso. L'interno della chiesa ricorda molto lo stile romano. Scintillanti mosaici dorati e straordinari disegni operea di artisti fiorentini come Cimabue. Ai lati della Cupola si possono ammirare gli episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento come: la Visitazione, La Genesi, L'Ultima Cena e la Morte di Cristo.

Piazza di San Giovanni. Tel: 055 2302885

Duomo

La Cupola del Duomo è una delle opere più conosciute del Brunelleschi. La chiesa venne consacrata il 25 marzo 1436 dal Papa. Il nome completo della chiesa è Cattedrale di Santa Maria del Fiore e costituisce uno degli edifici più grandi della città.Le porte più importanti sono Porta dei Canonici, creazione in stile gotico, e Porta delle Mandorle che prende il nome dalla forma del rielevo della Vergine. All'interno si possono ammirare una serie di affreschi dei più grandi aritisti fiorentini. Inoltre sono presenti: la Sagrestia delle Messe dove si trova il raffinato portale in bronzo di Luca della Robbia e la Sagrestia Nuova. Un sotteraneo nel quale si trovano i resti dell'antica chiesa di Santa Reparata e la tomba del Brunelleschi ed infine la magnifica Cupola.

Piazza del Duomo. Tel: 055 2302885

Basilica di Santa Maria Novella

La costruzione della chiesa ebbe inizio intorno al XIII secolo e avrebbe dovuto ospitare il convento fiorentino dell'ordine dei domenicani. La chiesa rappresenta in modo esaustivo il passaggio dallo stile romanico a quello gotico e buona parte del lavoro fu portato avanti da Leon Battista Alberti. L'opera più importante è senza dubbio "La Trinità" del Masaccio, dopodichè si passa a visitare le cappelle: Cappella di Filippo Strozzi, con interessanti affreschi di Filippino Lippi che testimoniano l'attività rinascimentale fiorentina, la Cappella Gondi, nella quale l'altare è sormontato da un crocifisso del Brunelleschi.Si raggiunge poi il Chiostro Verde, in cui sono di grande interesse gli affreschi che rappresentano la Genesi; per concludere con il Cappellone degli Spagnoli, riservato a coloro che avevano accompagnato Eleonora di Toledo a Firenze.

Piazza di Santa Maria Novella. Tel: 055 215918

Chiesa di Ognissanti

Ampiamente modificata nel Seicento presenta una facciata in pieno stile barocco. All'interno posssiamo ammirare opere quattrocentesche di Domenico Ghirlandaio e Sandro Botticelli, del quale per altro vi è conservata la tomba. Il capolavoro del Ghirlandaio è senza dubbio "L'Ultima Cena", situata nell'antico cenacolo del monastero, considerata la più importante anticipazione dell'opera di Leonardo da Vinci.

Piazza d'Ognissanti. Tel 055 2398700

Chiesa di Santa Trinità

Pur essendo in stile gotico la chiesa presenta ancora tratti abbastanza vivi dello stile romanico. Nella Cappella dei Sestetti possiamo ammirare l'opera più importante della chiesa, gli affreschi del Ghirlandaio che rappresentano la vita di San Francesco d'Assisi. Sulla piazza della chiesa si affaccia Palazzo Buondelmonti.

Piazza Santa Trinità. Tel: 055 216912

Besilica di San Lorenzo

I lavori della chiesa furono iniziati dal Brunelleschi nel 1419 e in seguito ultimati dal suo allievo, Antonio Manetti. La parte interna della facciata, dove si trova lo stemma a sei palle della famiglia dei Medici, è opera di Michelangelo. La Sagrestia Vecchia, opera del Brunelleschi, presenta diversi bassorilievi in terracotta di Donatello. Da Piazza San Lorenzo si accede poi alla Biblioteca Medicea Laurenziana, commissionata da Cosimo I dé Medici per custodire la raccolta di libri della famiglia. Opera di Michelangelo è anche la sala di lettura princiopale.
 

Piazza San Lorenzo 9. Tel: 055 216634

Cappelle Medicee

Entrando da una cripta si giunge subito nella Cappella dei Principi, lussuoso mausoleo nel quale sono sepolti alcuni dei componenti della famiglia dei Medici, decorata da marmi policromi, graniti e pietre colorate. Un corridoio ci porta nella Sagresti Nuova dove sono conservate le sculture di Michelangelo: Il Giorno, L'Aurora, il Crepuscolo e La Madonna col Bambino.

Piazza di Madonna degli Aldobrandini. Tel: 0552388602

Chiesa della Santissima Annunziata

Edificata nel 1250 dai fondatori dell'ordine dei Servi di Maria e in seguito ricostruita da Michelozzo. Nel tabernacolo è conservato il famoso quadro della Vergine ritenuto miracoloso. Sono presenti inoltre affreschi di Andrea dal Castagno e i meravigliosi affreschi come la "Nascita di Venere" di Andrea del Sarto e la "Visitazione" di Jacopo Pontorno.

Piazza della Santissima Annunziata. Tel: 055 266181

Chiesa e Convento di Santa Maria Maddalena dé Pazzi

La chiesa, caratterizzata da colonne in stile ionico, è piena di affreschi e dipinti. Primo tra tutti un magnifico affresco tripartito che rappresenta la Crocifissione, dipinto dal Perugino tra il 1493 e il 1496.

Borgo Pinti 58. Tel: 055 2478420

Basilica di Santa Croce

Basilica di Santa Croce a FirenzeCompletata nel 1358, sorse dove un tempo esisteva una cappella francescana. Oggi è famosa perchè al suo interno sono conservate le spoglie di alcuni dei più grandi artisti fiorentini. A sinistra dell'entrata principale domina l'austera statua di Dante. All'interno si trova la tomba di Michelangelo progettata dal Vasari le cui muse rappresentate caratterizzano le tre arti del Buonarroti: scultura, pittura e architettura. Superato l'alatre possiamo ammirare la scultura di Donatello rappresentante l'Annunciazione. Nella Cappella maggiore sono conservati gli spettacolari affreschi di Giotto, proseguendo troviamo opere di Giovanni della Robbia e le spolglie di Galileo Galielei. Opera di Brunelleschi sono invece i chiostri che si trovano nella Cappella dé Pazzi, mentre nel"Museo dell'Opera di Santa Croce" è custodito il crocifisso di Cimabue, danneggiato e in seguito restaurato dopo l'alluvione del 1996.

Piazza di Santa Croce. Tel: 055 2466105

Chiesa di Sant'Ambrogio

All'interno possiamo notare uno stile gotico accompagnato da alcuni ritocchi risalenti al XV secolo. La chiesa è dedicata a Sant'Ambrogio, l'arcivescovo di Milano che in occasione di una visita a Firenze soggiornò nel convento che si ritiene che anticamente sorgesse in questo luogo. Sono presenti tombe di diversi artisti come: Mino da Fiesole, il Verrocchio e il Cronaca.
Piazza Sant'Ambrogio.

Basilica di Santa Maria del Carmine

L'attrattiva maggiore è senza ombra di dubbio la Cappella Brancacci, decorata con gli affreschi di Masaccio, Masolino da panicale e Filippino Lippi. In particolar modo è significativa l'opera del Masaccio in quanto delinea aspetti del primo Rinascimento, come ad esempio "La Cacciata dei Progenitori". L'interno è caratterizzato da uno stile tardo barocco e decorato da affreschi che raffigurano archi e colonne. Di fronte si trova la Cappella Corsini con affreschi ad opera di Luca Giordano.

Piazza del Carmine. Tel: 055 2768224

Basilica di Santo Spirito

Il suo interno è considerato un capolavoro del Rinascimento italiano. E' uno degli ultimi lavori del Brunelleschi nel quale possiamo trovare le splendide colonne, 35, in pietra serena e la navata del soffitto, un trompe l'oeil. Vi è custodita la "Madonna col bambino e Santi" di Filippino Lippi.

Piazza Santo Spirito. Tel: 055 210030

Chiesa di San Miniato al Monte

E' uno degli esempi più esustivi di stile romanico a Firenze. Sulla facciata presenta intarsi marmorei che raffigurano Cristo tra la Vergine e San Miniato, mentre l'acquila rappresenta l'arte di Calimala. All'interno si trovano una serie di affreschi e la Cappella del Cardinale del Portogallo, creata per il principe portoghese Giacomo di Lusitania, che conserva una tomba scolpita da Antonio Rossellino e terracotte di Luca della Robbia.

Via delle Porte sante. Tel: 055 2342731

Chiesa di Santa Felicita

La più antica chiesa di Firenze. All'interno troviamo la Cappella Barbadori , opera del Brunelleschi e impreziosita con i due affreschi: "L'Annunciazione" e la "Deposizione".

Piazza Santa Felicita.